Lago di Levico

Roadbike Holidays Paese Lago di Levico Italia

Lago CaldonazzoRennradurlaub am Levico SeePasso ManghenCastel PergineRennradfahren in Valsugana

Hotels in the region

Sport&Wellness Hotel Cristallo am Levicosee

Sport&Wellness Hotel Cristallo am Levicosee ***s

Trentino / Veneto, Italia

Hotel details

Lago Caldonazzo

Roadbike highlights

  • La stagione dura 8 Mesi: Ideale per viaggi brevi e periodi di allenamento in primavera e in autunno.
  • „Salite da Mito“ (salite mitiche): Levico - Panarotta, Borgo Valsugana - Passo Manghen - Levico Terme - Passo Vezzena, Grigno - Altopiano della Marcesina, Castelnuovo - Val Campelle, Grigno - Passo Brocon
  • Roadbike e bagni: Lago di Levico e il lago di Caldonazzo

Stagione ciclistica

Marzo - Ottobre

Grazie al clima mite presente in Trentino, si va bene in bicicletta da corsa già da metà febbraio. Dall’inizio del mese di maggio inizia già a fare più caldo. Questo è il momento migliore per fare le escursioni.

Vacanza in bicicletta da corsa in Valsugana
Vicino al lago di Garda, con la Valsugana e la Val di Fiemme nella parte orientale del Trentino si trova una grande zona per andare in bicicletta. Numerosi tour su strade perfette e quasi senza traffico, una topografia versatile e ampi panorami intervengono a favore di questa regione.

Andare in bicicletta in Valsugana
In Valsugana si trova attorno al lago di Caldonazzo e Levico una vasta gamma di escursioni per le biciclette da corsa. Si nota subito che le possibilità di tour sono infinite: il tour La Marcesina o preferite il classico verso Asiago, uno dei più famosi tour in bicicletta? Godersi un tour impegnativo nella val di Cembra o nella splendida Val dei Mocheni con le proprie tradizioni e rinfrescarsi nel lago di Caldonazzo?

Tra i preferiti vi è il tour sulle orme della I guerra mondiale. La prima parte del percorso passa attraverso la „Kaiserjägerstraße“, un antico percorso di approvvigionamento, che è stato scavato nella roccia durante la I guerra mondiale ed è molto panoramico. Dopo circa 800 hm di raggiunge un altopiano con una vista sensazionale. Le strade sono in condizioni perfette e praticamente senza traffico. Chi ama i percorsi un po' più difficili, vi sono tour come quello del lago di Lavarone o il Passo del Manghen completamente a proprie spese.

Andare in bicicletta in Val di Fiemme
Una delle ragioni più importanti per andare in bicicletta in Val di Fiemme è percorrere la pista ciclabile delle Dolomiti lunga 50 chilometri, che attraversa tutta la Val di Fiemme da Molina di Fiemme a Canazei. Il punto di partenza ideale per tutti i ciclisti, per riscaldarsi per le salite sui passi dolomitici.

La salita per il rifugio Pampeago, che è già stato per cinque volte l'arrivo della tappa del Giro d'Italia, è sicuramente uno dei classici della regione. Gli innumerevoli tour in bicicletta con degli splendidi panorami incomparabili conducono attraverso i quattro passi del Sellaronda, la Marmolada, sul Rosengarten, il Latemar, il parco naturale Paneveggio-Pale di San Martino, il passo Rolle e fino alla regione die laghi di Levico e Caldaro. Momento estremamente importante di tutta la stagione roadbike è la corsa ciclistica Marcialonga Cycling, che ha già occupato un posto fisso nel cuore degli appassionati di ciclismo.

© Roadbike Holidays

Roadbike highlights

Roadbike eventi

© Roadbike Holidays

Marcialonga Cycling Craft marathon

27/05/2018 - 27/05/2018

Two different courses:

Mid distance with 80 km and 1,894 meters of altitude
Long distance with 135 km and 3,279 meters of altitude
Ascent: Aldein, Lavazè, San Pellegrino & Valles Pass

Start and finsih in Predazzo - Val di Fiemme

Entertainment for everyone:
Exhibition, entertainment, Nutella Party, music und a special drink

Ulteriori informazioni
© Roadbike Holidays

Sportful Dolomiti Race

17/06/2018 - 17/06/2018

Ulteriori informazioni

Mappa

Roadbike experts

Franz R.<br />
Austria<br />

In Trentino le strade sono in condizioni perfette e praticamente poco trafficate. Solo un paio di motociclisti si incontrano lungo il percorso.

Franz R.
Austria
Daniele Acler<br />

Il tour sul Monte Baldo è veramente faticoso e richiede un giorno intero ma deve essere presente in ogni repertorio di tour. Partendo da Torbole si procede lungo il lago fino a dopo Garda. Qui si lascia il lungolago e si affronta la prima salita leggere, verso Caprino Veronese. Non c'è quasi per niente il traffico. Con salita costante, si pedala fino a dopo Novezza dove la salita sarà anche bella e poco faticosa. Così è possibile riprendere fiato di nuovo in discesa fino al rifugio Bocca Navene prima che una nuova salita presso il rifugio Graziani fa ancora una volta stringere i denti. Dopo una breve pausa si riparte verso Brentonico e poi verso Mori.

Daniele Acler